Ragazzo, raccontami la tua città! - Una storia di Francesco Baccaro

Turismo di comunità

Taranto Città Vecchia Turismo

Taranto, dicembre 2014

- Dai scavalchiamo

- E se ci beccano?

- Non succede niente

- Ma l’avete mai fatto?

- Ei ‘stuert’, noi qui veniamo a prendere la legna per i falò. Da quand’ero bambino vengo qui.

- Va bene, andiamo.

Ci arrampichiamo su un muro di mattoni di tufo giallastro. Salgono prima Mimmo e Piero, con la freschezza dei loro 15 anni e la sicurezza di chi sa bene dove mettere mani e piedi. Poi io, goffo e fuori forma ma pensavo peggio. Una volta in cima al muro alzo lo sguardo ed eccola qui: la zona interdetta di Città Vecchia, ‘abbasc a vi d mizz’, alla fine di Via di Mezzo.

Continua la lettura

Fiffa inda Street… un gioco da ragazzi? - Una storia di Sara Marzo

Fiffa inda Street

fiffa

Lunedì 8 dicembre, l’Immacolata, giorno di festa, non c’è scuola, non c’è università, non si lavora. E’ l’occasione per gli studenti fuori sede di tornare a casa e riposarsi, rivedere gli amici, abbuffarsi in pranzi maratone, giocare a carte, in poche parole iniziare a respirare l’aria natalizia.

Funziona così un po’ dappertutto, ma a Francavilla Fontana quello che all’apparenza può sembrare un gruppo di amici che si ritrova al bar del paese in un giorno di festa in realtà è molto di più, nasconde qualcosa di speciale.

Continua la lettura

Impari solo se ti diverti - Una storia di Roberto Covolo

ExFadda

Daniele e Claudio hanno 20 anni e sono di San Vito dei Normanni, vicino Brindisi.

Daniele ha fatto il Professionale per il Commercio e dice che leggere gli fa venire il mal di testa. Quando ha preso la maturità è finito sul giornale perché, lo stesso giorno e nella stessa scuola, si è diplomato anche il padre, da privatista. La cronaca locale li ha immortalati sorridenti, con i libri in mano e il titolo di studio in tasca. Claudio ha fatto il Nautico, a scuola era bravo, ma sulle navi non l’hanno mai preso. Lui faceva domanda, ma gli dicevano “adesso non c’è posto, richiama il mese prossimo”. Dopo qualche tempo ci ha rinunciato. Sua madre sogna ancora di vederlo imbarcato, professionista dei sette mari incambio di uno stipendio sicuro.

Continua la lettura

Libertà di pensare e di pescare - Una storia di Michele Loiacono

Turismo di comunità

mar piccolo taranto

Ciro e Vincenzo sono due ragazzi di 17 e 19 anni che vivono in città vecchia a Taranto. Abitano dalle parti di via Cava, hanno frequentato poco la scuola perché l’hanno vissuta come una prigione.

La scuola media della città vecchia sembra poco adatta a rilanciare la sfida che arriva da un territorio molto complesso. Una scuola che non sa ascoltare i sogni e bisogni dei giovanissimi, che prova ad insegnare delle nozioni senza facilitare losviluppo di pensieri e riflessioni. Una scuola che non aiuta a sognare.

Continua la lettura

Experience. Un progetto per rivoluzionare l’esperienza abitativa fuori sede.

Turismo di comunità

Giuseppe Belvedere e Francesco Schettini hanno partecipato alla prima edizione della Scuola di Bollenti Spiriti. Alla fine del corso siamo rimasti in contatto ed ogni tanto fanno una capatina a Taranto per seguire una lezione o condividere un’idea.

“Experience” è il progetto a cui stanno lavorando: si tratta di un servizio di locazione per la comunità universitaria, italiana e straniera, che aumenta la qualità dell’esperienza abitativa puntando sul format di arredo, sulla sostenibilità e sull’appartenenza ad una community. Questo è il loro contributo per il blog della Scuola di Bollenti Spiriti.

Continua la lettura